Giorno di paga a Expo 2015: com’è il primo stipendio?

Sono giorni di paga a Expo 2015 questi: ecco perchè gli attivisti biosindacali devoti di San Precario, patrono degli sfruttati e protettore dei precari, hanno organizzato ieri un nuovo giro di volantinaggio davanti agli ingressi del sito espositivo. Questo è il testo che abbiamo  diffuso:

————————————————-

COM’E’ IL PRIMO STIPENDIO DI EXPO 2015?

Per le lavoratrici e i lavoratori di Expo 2015 questi sono i giorni in cui dovrebbero venir pagati i primi stipendi. Visti i tempi che corrono, ci permettiamo di usare il condizionale. Non si sa mai: Expo 2015 ci ha abituato – vogliamo esser buoni – a un colpevole pressapochismo, soprattutto quando si tratta dei diritti dei lavoratori.
web_sala_iononChi è sicuro di ricevere lo stipendio anche questo mese è senza dubbio Giuseppe Sala, Commissario unico di Expo 2015 e Amministratore delegato di Expo 2015 S.p.A. Alla faccia dei lavoratori degli istituti di vigilanza di Expo – che questo mese porteranno a casa 800 € lordi per 40 ore di lavoro (stiamo parlando della miseria di 4 € all’ora) – Sala incasserà come ogni mese i suoi 35.000 € netti per dire che va tutto bene anche quando sappiamo tutti che la realtà è un’altra e, al di là di un “Expottimismo” di facciata, quello che è stato presentato come “il Grande Evento che traghetterà il Paese fuori dalla crisi” si sta rivelando un flop incredibile: il mese di maggio si è concluso con il 25% di visitatori in meno rispetto alle attese e il mese di giugno sta andando ancora peggio. Molte aziende che lavorano in Expo stanno dimezzando gli orari di lavoro vista la scarsa affluenza di pubblico, con tutto quello che ne consegue in termini di stipendi, anch’essi dimezzati.
Tutto questo si aggiunge alle pessime condizioni lavorative fra i padiglioni: turni da 12 ore con stipendi da fame, contratti “pirata” con retribuzioni del 30% più basse rispetto all’inquadramento contrattuale previsto, straordinari non pagati, volontari che non ricevono i rimborsi previsti. Inoltre a circa 600 lavoratori sono stati negati, sulla base di indebiti controlli di polizia riguardanti anche le opinioni politiche, i pass di ingresso al sito, cosa che per molti ha significato il licenziamento in tronco.
Queste e altre storie stanno svelando come Expo 2015 sia un luogo di lavoro in cui le garanzie democratiche e i diritti fondamentali sono sospesi. E, come rivela la vicenda dei tranvieri e dei macchinisti di Atm – il cui sciopero contro il piano di lavoro extra legato ad Expo è stato impedito dal Prefetto – questo stato d’eccezione rischia di riversarsi fuori dal sito di Rho-Pero per farsi norma.
————————————————-
SOS FornaceSan Precariolavoroexpo2015.com
————————————————-
Conosci il contratto di lavoro col quale sei stato assunto? Ricevi una paga giusta? Gli orari di lavoro e le pause vengono rispettati? Gli straordinari ti vengono pagati? Lavori in condizioni di sicurezza? Ti hanno negato il pass per entrare in Expo? Per problemi e dubbi non esitare a contattarci: San Precario è il santo protettore degli sfruttati e non chiede tessere!
————————————————————–
Sportello Biosindacale del Punto San Precario Rho-Fiera
Ogni mercoledì dalle 19:00 in Fornace (Rho, via Moscova 5)
Info: 338.1969423 – 347.2432948 – sosfornace@inventati.org

web_expo_primostipendio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...